RSS

Vanitosi, brillanti ti seducono ma non ti amano

articolo pubblicato su “Il Tirreno” il 9 agosto 2012

http://iltirreno.gelocal.it/regione/2012/08/09/news/vanitosi-brillanti-ti-seducono-ma-non-ti-amano-1.5526523

Egocentrici, vanitosi e megalomani traboccano dagli schermi televisivi e dalle pagine dei giornali. Ma ne incontriamo ogni giorno anche sulla nostra strada. Il tentativo di imporre la propria immagine o la propria opinione è un modo di essere abbastanza diffuso. Che cosa significa però essere narcisista? I tratti distintivi sono senso di grandiosità, egocentrismo, scarsa empatia, bisogno di ammirazione, tutti requisiti che lo hanno reso molto popolare. «Del narciso ne è stato fatto uno stereotipo che penalizza la complessità della persona reale» precisa la professoressa Umberta Telfener, psicologa della coppia, docente alla Scuola di Specializzazione in Psicologia della Salute dell’Università La Sapienza di Roma. Non esiste solo il vanitoso, di solito spaccone e antipatico. Anzi. «Il narciso è sempre molto intelligente, spesso brillante, eccezionale, fantasioso. Sa essere un ottimo amico, disponibile e attento. Piace, incontra, seduce anche se poi nelle relazioni sentimentali è pericoloso, ferisce e fa male» aggiunge l’esperta.

In realtà siamo tutti un po’ Narciso, personaggio mitologico dell’antica Grecia (di cui scrive Ovidio nelle Metamorfosi) abbagliato d’amore per la propria immagine riflessa nell’acqua, per la quale si lascia morire struggendosi inutilmente. Ed è necessario esserlo in dosi contenute per avere una buona stima di sé. «Molti tratti della personalità narcisista si ritrovano nella cosiddetta normalità – chiarisce Umberta Telfener – mentre nel disturbo narcisistico si presentano con una intensità tale da sbilanciare in senso nevrotico». Ipervalutazione e idealizzazione di sé sono per il narcisista una montatura necessaria per difendersi da una consistente fragilità interiore.

La società nella quale viviamo ha rinforzato i modelli narcisistici. Del resto mettersi in mostra, far parlare di sé, ottenere consenso, manipolare gli altri, sono considerate qualità un po’ in tutti i campi. È così che il narciso ha trovato terreno ideale per affermarsi e ottenere successo. Al punto di far nascere un dibattito nel mondo scientifico su ciò che è sano o patologico. Di recente la psichiatria ha avuto qualche perplessità su chi si ama troppo, prima escludendolo poi riaccettandolo nella classificazione dei disturbi della personalità.

Così, se essere narcisi è talvolta un vantaggio, per esempio predisponendo al successo e alla carriera politica, si rivela invece dannoso nelle relazioni. «Il limite di questo tipo di persone è l’incapacità di costruire legami profondi, di coinvolgersi con l’altro per paura di venire abbandonato. Il narciso è una persona fantastica nell’innamoramento ma presto si mette a sabotare il rapporto perdendo il desiderio, non volendo fare cose insieme, entrando in altre relazioni. È immaturo e vulnerabile sul piano affettivo, non dà sicurezza emotiva e il partner non si sente mai al sicuro» continua la professoressa, autrice del libro “Ho sposato un narciso” (Castelvecchi editore) che affronta le delicate e complesse dinamiche di coppia nelle quali è coinvolto un narcis. o. Sarebbe meglio evitare un narciso ma risulta difficile non incontrare questi seduttori pericolosi. Bisogna anche capire se stanno aumentando. «Se pensiamo ai personaggi dello spettacolo, della politica, dello sport, va detto che non sono una novità. E io non trovo che il narcisismo si stia diffondendo molto tra i giovani – sostiene la professoressa – i narcisi oggi in circolazione sono i quarantenni fino ad arrivare ai settantenni. Adesso la possibilità per i più giovani di avere successo è alquanto difficile, perché si vive nell’incertezza economica e sociale. E sono convinta che una conseguenza positiva della crisi attuale sarà proprio questa: avremo meno narcisi».

http://iltirreno.gelocal.it/regione/2012/08/09/news/vanitosi-brillanti-ti-seducono-ma-non-ti-amano-1.5526523


Your Comment

You must be logged into post a comment.