RSS

Il sessismo nella pubblicità

Davvero ci esaltiamo alla consegna di un paio di scarpe? O per una lavastoviglie sottocosto? Veramente ci eccitiamo se un anticalcare ridona lucentezza al nostro bagno? Mentre la donna viene narrata insignificante dal punto di vista della personalità e delle competenze, il profilo dell’uomo si sbilancia verso il lavoro. Un’indagine rivela come la pubblicità racconta gli italiani: tra modelli di genere, identità violate e doppi sensi.

clicca sul link per andare all’articolo http://d.repubblica.it/attualita/2015/01/28/news/sessismo_pubblicit_psicologia_donna_uomo_societ-2456577/


1 Comments Add Yours ↓

  1. 1

    Complimenti per l’ottimo articolo, che oltre a riportare della ricerca di Guastini aggiunge considerazioni proprie profonde e d’effetto. “La donna viene narrata insignificante dal punto di vista della personalità e delle competenze”: è davvero questo l’aspetto peggiore, e vorrei dire a chi ci accusa di essere bigotte e talebane che si tratta invece di desiderare una rappresentazione della donna nella sua complessità e che tenga conto dei cambiamenti degli ultimi decenni. Spero che lei vorrà dare un’occhiata al gruppo di donne e uomini contro la pubblicità sessista che ho fondato, e che porta avanti iniziative collettive di protesta o di segnalazioni allo Iap. A risentirci, spero!
    https://www.facebook.com/groups/pubblicitasessistaoffende/



Your Comment

You must be logged into post a comment.