RSS

Donne in carcere, dove femminilità e maternità non sono tutelate

Le detenute in Italia sono poco più del 4 per cento della popolazione carceraria. Molte provengono da condizioni di marginalità sociale e sono condannate a essere invisibili, senza alcuna tutela della loro femminilità e del loro essere madri. A raccontare questa realtà è “Ricci, limoni e caffettiere” (edizioni dell’asino), manuale di sopravvivenza pratica ed emotiva scritto da un gruppo di detenute del carcere di Rebibbia che offre piccoli stratagemmi, accorgimenti e spunti di riflessione per affrontare la quotidianità di una vita “ristretta”

di Brunella Gasperini, psicologa

clicca sul link per andare all’articolo   http://d.repubblica.it/attualita/2015/03/25/news/donne_in_carcere_prigione_detenute_maternita_femminilita-2499450/


Your Comment

You must be logged into post a comment.