RSS

Archive for marzo, 2016

marzo 30th, 2016 - 08:16 § in Articoli

S come sensibilità

Emotive, instabili, fragili, impressionabili, ansiose. Umorali. È così che siamo viste comunemente, soprattutto quando si parla di sensibilità femminile. Sostanzialmente qualcosa di inefficace, a volte anche ridicolo. Un modo di essere che ci relega al mondo degli affetti e dei sentimenti: il pot[...]

marzo 24th, 2016 - 09:03 § in Articoli

Manuale di sopravvivenza per persone vulnerabili

Siamo in balia delle sensazioni, un’onda inafferrabile, fluttuante, in parte incomprensibile, che è la vita emotiva. Ma invece di sconfiggere la nostra vulnerabilità dovremmo imparare a gestirla, a conviverci per trarne il meglio. Ecco le strategie vincenti articolo pubblicato su D-Repubblic[...]

marzo 22nd, 2016 - 18:32 § in Articoli

R come rabbia

Tra le emozioni, la rabbia è forse la più incompresa. Ma anche la più seducente e travolgente. E ha sicuramente un valore adattivo. Ci serve, ci dice che abbiamo bisogno di spazio, che qualcosa non va bene, che qualcuno ci sta impedendo, schiacciando, facendo del male…. articolo pubblicato [...]

marzo 18th, 2016 - 07:08 § in Articoli

Le posizioni del sonno

Il modo in cui dormiamo rivela come viviamo. Secondo alcuni studi nel sonno mimiamo la nostra storia personale, esprimiamo con il corpo ciò che non arriva alla parola. Analizziamo posizione per posizione il significato nascosto del nostro sonno articolo pubblicato su D-Repubblica.it all’indir[...]

marzo 17th, 2016 - 12:15 § in Articoli

Q come quotidianità

Sono la tua quotidianità. Le tue abitudini, i tuoi riferimenti, il tuo ritmo. La banalità delle identiche cose, la monotonia dello stesso percorso. Riproduco le condizioni, le esperienze, le tensioni della tua esistenza. Sono il solito caffè, le medesime facce, i discorsi rifatti. Il senso di con[...]

marzo 2nd, 2016 - 07:50 § in Articoli

Perchè mi sento esclusa da tutti

Capita di sentirsi “scomunicate”, non in connessione con gli altri, compreso il proprio compagno, che non sentiamo interessato a quel che proviamo e vogliamo. Una sensazione spiacevole che, spiega la psicologa, dipende solo da noi: da come ci disponiamo verso gli altri, e da quel che pen[...]